Crea sito

Sailor Moon Crystal : perché non piace ai fan italiani ?

Sailor Moon Crystal è finalmente arrivato in Italia, accontentando tutti i fan del bel paese che da tanto aspettavano di vedere l’opera in italiano.

Ok, forse non tutti i fan. Ok, forse solo qualcuno l’aspettava.

Ma proviamo a capirlo insieme : perché ai fan italiani non piace Sailor Moon Crystal ?!?

Ve lo spiego ( e chi se no ? ) in 6 punti. I motivi che vi mostrerò non sono frutto della mia fantasia, ma studi scientifici basati sui commenti dei “ fan “ della serie , lasciati sui vari social.

Rullo di tamburi … ho detto rullo di tamburi … va beh se nessuno li suona, ma io parto lo stesso. So che morite dalla curiosità di leggere il mio accurato studio scientifico su Sailor Moon Crystal !

  • I nomi originali. Ai “ fan “ italiani non piace Crystal perché Bunny si chiama Usagi, ha cambiato nome. Ora, vaglielo a dire che Usagi è il vero della protagonista, a loro non importa ! “ Mi piace di più Bunny “. Perfetto, allora sti gran cazzi se il tuo vero nome è Luca, io da domani ti chiamerò Gilberto e sai perché ? “ Mi piace di più Gilberto “.
  • I disegni. Questi si distaccano dall’anime storico, essendo ispirati a quelli del manga. “ Non mi piacciono, sono troppo magre. Prima erano meglio !” Ora, provate a dire a qualcuno che ha perso qualche chilo che era meglio da grasso : se riuscite a raccontarmi come ha reagito, siete già stati fortunati.
  • Gli attacchi. “ Ma non dice più Cristallo di Luna, azione ! “ Beh, infatti non lo ha mai detto. Non ha mai lanciato un cristallo di Luna, era una frase inventata dalla Mediaset.

“ Ma a me piaceva ! “ Va bene Gilberto, abbiamo capito.“ Ma io mi chiamo Luca “. Non rompere Gilberto.

sailormooncrystal

  • La sigla. “ Non la canta Cristina D’avena, lei era la mia infanzia ! “. Bravo, hai detto bene “ infanzia “. Sono passati 20 anni, fattene una ragione : sei vecchio Gilberto ! Le sigle di Cristina sono indubbiamente bellissime, ma anche dare la possibilità ai giovani di emergere non è male, no ? Poi non ci lamentiamo quando non danno a noi giovani la possibilità di farci conoscere. Siamo i primi che preferiamo gli old school.
  • Le emozioni. “ Non mi trasmette quello che mi trasmetteva quello degli anni 90 “. E’ normale, prima avevi 3 anni e ti stupivi per ogni cosa. Ora ne hai viste di cotte e di crude, la storia la conosci meglio tu che l’autrice. E’ normale che non ti scappi la lacrimuccia quando Sailor Moon incontra Luna per la prima volta, no ?
  • “ Ho visto la prima puntata di Sailor Moon Crystal. E’ uguale al cartone vecchio, perché mai dovrei guardarlo ?” Ciaone, questa manco ve la spiego.

Insomma cari “ fan “ nostalgici : se  i nomi veri non vi piacciono, se la storia la preferivate prima e se i disegni vi fanno schifo, evidentemente Sailor Moon non vi piace, ma piuttosto vi piace soltanto ricordare i vostri momenti spensierati da cuccioli e indifesi. Se non vi piace Sailor Moon Crystal, ci sta tutta ; ma non venite a rompere le balle a noi. Capito Gilberto ?

seriefantastiche

Maurizio Berry Riccio: aspirante scrittore e blogger. Tra una puntata della De Filippi, e una di Sailor Moon, commento tutto ciò che mi piace.

9 thoughts on “Sailor Moon Crystal : perché non piace ai fan italiani ?

  • gennaio 10, 2017 at 8:44 pm
    Permalink

    le parole di questo articolo sono un tantino faziose.. per dire che sailormoon crystal (smc) non piace per via dei nomi o dei colpi in originale bisognerebbe aver chiesto ad ogniuno (e quanti sono?) dei fan di vecchia data se il perche dello scontento sia questo..
    io avendo visto l anime storico ti posso dire (e presumo di non essere il solo) che il motivo perche smc fa schifo! (può piacere, si, ma anche no, quindi per assolutismi il dire che fa schifo non è di parte, ma è anche questo una sua caratteristica) è per via del non messaggio che veicola.. quale messaggio? nell anime del 92 si potevano trovare ben dosati: umorismo, avventura/combattimenti, sentimento, emozione, insomma tutto quello che dovrebbe avere un anime per essere vissuto al di la della finzione, tutto questo in smc non c è! essendo la trama ridotta all osso.
    ora i fan spuntati da poco (rispetto a quelli di prima) di smc usano il vessillo della fedeltà del tratto (per altro altalenante) per affermare la loro opera, o ripetono come un mantra il fatto che sarebbe più adulta, (ma dove?) una ragazza che sembra una 40nne che fa la 14 svampita che parla con un gatto sarebbe adulta? dove sarebbe la adultità di smc ? nel fatto che in questa versione mancano tutte le cose che ho elencato prima ? o nel fatto che abbia un aura amaliativa comportamentale che induce le ragazze ad un balzo indietro rispetto alla liberta di un individuo (in questo caso femminile) di essere libera anche non pensando ai soliti dogmi: donna dipendente dal principe azzurro? poi essendo seguita da giovani gli esempi che dovrebbe veicolare non dovrebbero essere piu positivi che (faccio un esempio) un suicidio per egoism-amore?
    se maria rita parsi negli anni 90 diceva che sailormoon induceva i maschietti ad essere gay (come se questo fosse un problema)ora sailormoon crystal cosa ispira nei ragazzi di domani ?

    • gennaio 11, 2017 at 1:27 am
      Permalink

      Luca? Sei Gilberto sotto copertura, per caso? XD
      Concordo con il tuo pensiero. Spesso mi ritrovo a pensare, e non lo so se sono in errore o no, che la maggior parte di questi fantomatici fan di Sailor Moon, hanno avuto la possibilità di leggere il manga solo con la ristampa GP. Prima di allora, avevano visto solo l’anime storico e ne parlavano a bocca piena elogiandolo.

      Io sto ancora aspettando qualcuno che mi spieghi perchè Crystal è una bella serie ed è fatta bene. Attendiamo.

  • gennaio 10, 2017 at 9:20 pm
    Permalink

    Articolo fantastico! <3 Simpatico ed umoristico, che esprime ciò che pensiamo noi fans che vediamo Sailor Moon Crystal e sappiamo il perché delle differenze! 🙂

  • gennaio 10, 2017 at 10:11 pm
    Permalink

    Non piace perché è qualitativamente bassissimo, i disegni sono pessimi non per una questione di stile, ma di cura, sono semplicemente fatti male, animazioni comprese.
    La Toei ha marciato sui sempliciotti che si sono semplicemente lasciati influenzare dal nome “Sailor Moon”, prendendo incassi con un prodotto al di sotto della media. Peccato, poteva essere un adattamento interessante, invece è andato totalmente sprecato.

    Per quanto riguarda la sigla italiana, è semplicemente adattata in modo osceno.

  • gennaio 11, 2017 at 12:37 am
    Permalink

    Onestamente questo articolo lascia il tempo che trova. Come spesso succede, i fan di Crystal invece di “difendere” la loro opera, spiegandone i pregi e spiegando perché si tratterebbe di un’opera valida, si limitano a elargire critiche a coloro che non piace definendoli “fan nostalgici”
    Forse perché di argomentazioni per difendere Crystal non ne esistono abbastanza?
    Mi vien da pensare questo, perché ogni volta è la stessa storia e avessi in due e passa anni letto argomentazioni serie sulla validità di Crystal, oltre a “è fedele al manga” , forse la mia opinione in questo frangente sarebbe diversa, ma così non è. Continuo a leggere questi articoli piuttosto inutili che appellano chiunque critichi Crystal come un nostalgico, ma che di Crystal non dicono assolutamente nulla, e non spiegano perché è tanto “bello bello bello”.
    Non è che quella del “è bello e adulto” è solo una misera autoconvinzione pronta a vacillare al primo dubbio? Perché a me pare proprio questo, che siano delle convinzioni basate su poche e instabili basi, perché fondamentalmente di argomentazioni ne leggo davvero poche.
    E non è che Crystal “non trasmette emozioni” perché ormai siamo belli e grandi, è che è scritto male e non ti DA modo di provarle le emozioni, perché di anime attuali e moderni che fanno scendere la lacrimuccia al 40enne (e a volte una valle di lacrime), ce ne sono eccome! Sailor Moon Crystal non ci riesce per altri motivi, non per l’invecchiamento dei fan.
    Crystal è un’opera mediocre, e ciò sembra rodere a molti, è l’unica cosa che riesco a percepire da questo tipo di articoli. Che vi rode perché a molti non piace, e cercate il pretesto per dare a tutti dei “fan nostalgici”, invece di mettere in dubbio la vostra opinione e domandarvi perché a voi piace invece. Ed è un’opera infantile, estremamente infantile, come lo sono tutte queste guerre fra fazioni e questi articoli.

  • gennaio 11, 2017 at 12:50 am
    Permalink

    Ho letto l’articolo e non dice nulla di particolare, è solo uno dei tanti che si aggiunge ai no sense.
    L’articolo dice di basarsi sui commenti dei fan ma… sono punti inconsistenti. Solo io ho letto pareri con tanto di logica e spiegazione? Dove sono finiti i commenti per l’animazione? Per i disegni (abbiamo visto tutti l’episodio 21 com’era disegnato e animato no? Quale avete preferito a livello visivo? Lui o quelli precedenti? Quale tipo di disegno ha ricevuto più attenzione?)? Per la qualità e le nuove tecniche che si usano oggi nel 2016/2017? Per i buchi narrativi e per quelli inseriti alla cavolo di cane? :O
    Gilberto invita Luca a girare meglio in web e a leggere quei commenti lunghi lunghi, quelli chilometrici perché gli apriranno un mondo ma soprattutto lo invita a individuare quelli che sono “gusti” perchè, se a me piace di più il nome Bunny e non Usagi, non vedo che cazz te ne frega a te e perchè mi devi dire che sbaglio o che è un pensiero superficiale (mi stai giudicando) e che quella non è la vera SM. Provare per credere 😀

    Avrei da dire la mia su ogni punto ma sinceramente mi sembra inutile ribadire ciò che penso. I punti dell’articolo contestano i gusti, e i gusti non sono da contestare o da giudicare. Ritengo di aver espresso la mia sempre in maniera soggettiva, senza mai cucire addosso agli altri ciò che penso. In web spuntano articoli di fan “veri” (Crystal) che banalizzano i gusti dei fan “vecchi”. Trovo ironico pensare che viceversa, non ho ancora letto in web un articolo di un fan storico che banalizza i fan veri perchè si, Crystal è da adulti limitati a questo punto :O Ho letto articoli che analizzano Crystal attenzione, ma non ho ancora letto un articolo che si concentra sul fan stesso e lo “etichetta” come invece stai facendo tu Luca, insieme ad altri.
    Forse abbiamo imparato più noi dalla serie storica che voi con Crystal. Mi da da pensare perchè chi analizza Crystal, non parla mai del fan in sè. Chi invece parla al negativo della serie storica o elogia Crystal, va quasi sempre a parlare del fan u.u
    Su una cosa però concordiamo dai, non rompeteci le balle se invece noi, nonostante non ci piacciano i nomi e i disegni, vogliamo ugualmente seguire una serie animata e dire la nostra. O preferiamo la serie anni 90 a Crystal. Non facciamolo sapere troppo in giro ma c’è chi guarda anche le cose che non gli piacciono (ogni riferimento a me è casuale eh, non pensar male XD) e soprattutto esiste gente che dice la propria DOPO aver seguito interamente un’opera. E’ un parere negativo, ma non per questo non è obiettivo perchè altrimenti, come non è obiettivo chi non ama Crystal, allora non è obiettivo neanche chi ama Crystal u.u

    Detto questo, avrei gradito che l’articolo mettesse a tavolino più punti e che variasse la prospettiva. A parer mio ti sei fermato a quei commenti iniziali (che ancora girano, non lo nego) ma che sono allo stesso tempo astratti. Non tutti si sono fermati con la visione di Crystal perchè “noooo i disegni non sono come quelli dell’anime anni 90” o perchè “buuuu che brutto il nome Usagi, meglio Bunny”. Insomma c’è chi ha approfondito questa sua “bocciatura” verso Crystal ed è giusto dare spazio a loro e non solo a quei commenti “semplici” come quelli che hai citato. Prendeteli in considerazione, non ometteteli. Ci sono fan a cui Crystal non è piaciuta. Ci sono fan che guarda alla serie obiettivamente senza rimanere attaccato alla serie storica. Ci sono fan e non fan che si emozionano con una serie e non con l’altra. Non è una colpa. Non è sbagliato. Sono gusti. Rispettiamoli, non banalizziamoli.
    Se mai farai un altro articolo, dove prendi in considerazione tutto il pacchetto del fandom SM (e sarà una faticaccia se lo fai XD), sarò ben felice di leggerti nuovamente 🙂

  • gennaio 11, 2017 at 12:50 pm
    Permalink

    Sei stato grandissimo!!!
    SMC non si può neanche lontanamente paragonare all’anime degli anni 90.
    Sono due prodotti completamente diversi.
    Premetto che io sono un grandissimo nostalgico e se mi mettessi ad elencare i contenuti che ho di Sailor Moon farebbero invidia ai più maniaci collezionisti, ma ad ogni modo per me Crystal è qualcosa di fantastico e spero finiranno quanto prima anche le due serie mancanti con Nehellenia e Galaxia.
    Concordo quando dici che ci sono solo quelli che vogliono rivivere i loro ricordi di fanciullezza, perché io come tutti ho iniziato con l’anime, un bel giorno, molti anni avanti ho letto il manga (premetto che odio leggere) ma è stata quella la vera storia creata per Sailor Moon e adesso finalmente possiamo vederla animata.
    Quello che conoscevamo da piccoli ha una trama presa dall’originale ma allungata a dismisura per fini commerciali e che ha per giunta subito censure e modifiche allucinanti.
    Personalmente amo tutti e due i prodotti, tutti hanno i loro pregi e i loro difetti.
    Ma con vent’anni di differenza metterli a confronto sarebbe davvero una gran fesseria.

  • gennaio 11, 2017 at 8:27 pm
    Permalink

    Spinelli storica doppiatrice della valorosa sailor moon la quale lei stessa ha detto espressamente che non si sentiva in grado di fare quel ruolo se pur legata affettivamente poichè le voci con il passare degli anni mutano come il nostro corpo che continua a crescere e a svilupparsi nel tempo ciò viene confermato anche da altri doppiatori uno tra tanti laa voce di aremis nonchè doppitore stra conosciuto per il rl’articolo innansitutto mi sembra di parte come già detto da un altro ragazzo\a in un precedente commento e credo che prima di parlare e rivolgere critiche bisongnerebbe sapere di cosa si stà parlando e in visto che cono vi darò tali informazioni.
    Da molte persone sailor moonn crystal non viene visto di buon occhio soprattutto per il mancato doppiaggio dellauolo di Naruto che doppiando il gatto di Marta è il primo a vedere l’impegno e la dedizione messa dalle nuove leve del doppiaggio. Per quanto concerne la storia è trtta esclsivamente dal manga che se non conoscete vi invito a leggere e quindi la toay animation ha deciso di non uscire fuori dai parametri del manga, i colpi che voii chiamat di scena fanno parte del manga stesso stavolta ripeto trasformato in anime in modo fedele. Ciò deriva anche il fatto di lasciare i nomi originali difatti nel manga i nomi sono giapponesi non di certo italiani. In ultimo a mio avviso bisogna incoraggire le nuove leve del doppiaggio perchè a mio avvisop il doppiaggio di questa nuova versione è eccellente e la Marricchi come le altre ci mettono il cuore in ciò che fanno e ora vi faccio l’eleenco dei personaggi che ho riconosciuto:
    sailor mooon usagi LUCREZIA MARRICCHI
    SAILOR MERCURY MANUELA IONICA LA DOPPIATRICE DI VIOLETTA
    MAMORU MANUEL MELI OOVVERO NAZZU DI FARY TAIL
    ARTEMIS LONARDO GRAZIANO NARUTO
    Mi senbraa un cast di tutto rispetto e3 poi non credo che voi possiate mettervi al pari della toay visto che sono stati fatti 5 provini per ogni personaggio E quindi state criticando la toay. Non si può rimanere aggrappati al passato ma dare spazio al futuro prima di criticare informatevi meglio
    se volete saperne di più rggiungete chi non è di parte e fa lo spaccone

  • gennaio 12, 2017 at 1:11 am
    Permalink

    “”Come spesso succede, i fan di Crystal invece di “difendere” la loro opera, spiegandone i pregi e spiegando perché si tratterebbe di un’opera valida, si limitano a elargire critiche a coloro che non piace definendoli “fan nostalgici””

    Concordo! Rimanendo alla prima serie sto facendo un confronto con gli episodi chiave dell’ opera e che ci devo fare se pur trovando gradevole la nuova, preferisco sempre quella anni 90 per la dinamicità, per l’ umorismo, perché i personaggi sono più sfaccettati? Ad esempio l’ episodio che introduce Rei lo trovo meglio nella prima versione, più ad ampio respiro con lei più tosta e caratterizzata e il mitico nonno a dare un po di colore.
    Da dire anche che le atmosfere virano più verso l’ horror con quei mostri da sconfiggere kitsch XD.
    Come ha detto qualcuno i riempitivi ti facevano affezionare ancora meglio ai personaggi ed alcuni sono proprio ben fatti come l’ episodio del compositore e quello sul concorso per diventare famosi che prende in giro un certo tipo di mondo dello spettacolo XD.
    Discorso diverso con la saga di Chibiusa che negli episodi anni 90 non ho mai amato particolarmente a causa delle pirlate che c’ hanno inserito. Quando ho letto com’ è nel manga ci sono rimasto così °_O ! Già lei è più simpatica della precedente versione e almeno non compare all’ inizio come uscita da “Il villaggio dei dannati”, ma, si decisa, però allo stesso tempo fragile. La trama poi con il rapimento delle guerriere sembra più intrigante. Vediamo un po come procede. Magari comunque fosse stata così all’ epoca invece d’ inserire tutte quelle bambinate e cose più “leggere” e rendere la figlia di Usagi una palla al piede per gli spettatori!
    Solo una cosa non ho capito di SMC! Ma quando è ambientato!?! Non ho visto cellulari, però ci sono computer ultimo modello e i-pad! Boh! Secondo me volevano essere fedeli all’ ambientazione temporale del fumetto, ma per “pigrizia” hanno inserito PC e compagnia all’ ultimo grido XD.

Comments are closed.

>